Navigazione veloce
Home / La scuola / Patto Educativo di Corresponsabilità

Patto Educativo di Corresponsabilità

Patto Educativo di Corresponsabilità (pdf)

PATTO  EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

STIPULATO CON  GLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

( redatto ai sensi ai sensi dell’art.3 del  DPR n. 235 del  21 novembre 2007 )

 

Il Piano dell’Offerta Formativa si può realizzare solo attraverso la partecipazione responsabile di tutte le componenti della comunità scolastica. La sua attuazione dipenderà quindi dall’assunzione di specifici impegni da parte di tutti.

I docenti s’impegnano a:

*Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli  adempimenti previsti dalla scuola;

*Non usare mai in classe il cellulare;

*Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola;

*Essere attenti alla sorveglianza in classe e  durante l’intervallo e non abbandonare mai la classe senza averne dato avviso al Dirigente Scolastico o ad  un suo collaboratore;

*Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici programmati, dei tempi e delle modalità di realizzazione;

*Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio;

*Correggere e consegnare i compiti prima della prova successiva;

*Realizzare un clima scolastico positivo, fondato sul dialogo e sul rispetto;

*Favorire la capacità d’iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;

*Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e di sostegno;

*Rispettare il divieto di fumo in ogni ambiente dell’Istituto.

(I trasgressori sono soggetti alle sanzioni amministrative previste, cioè al pagamento di una somma da 25 a 250 euro) .

Gli alunni s’impegnano a:

*Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;

*Non usare mai in classe il cellulare;

*Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente;

* Chiedere di uscire dall’aula solo se necessario e uno per volta;

*Intervenire nelle discussioni in modo ordinato e pertinente;

*Rispettare i compagni e il personale della scuola;

*Rispettare le differenze culturali;

*Rispettare gli spazi, gli arredi e i laboratori;

*Favorire la collaborazione scuola-famiglia.

I genitori s’impegnano a:

*Conoscere l’Offerta Formativa della scuola;

*Collaborare al progetto formativo, partecipando con proposte e osservazioni a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;

*Rivolgersi ai docenti e al Dirigente scolastico in presenza di problemi didattici e personali;

*Dare informazioni utili a migliorare la conoscenza degli alunni da parte della scuola;

*Rispettare il divieto di fumo in ogni ambiente dell’Istituto.

( I trasgressori sono soggetti alle sanzioni amministrative previste, cioè al pagamento di una somma da 25 a 250 euro ) .

Il personale non docente s’impegna a:

*Essere puntuale e svolgere il proprio lavoro con precisione;

*Garantire il necessario supporto alle attività didattiche per quanto di competenza;

*Segnalare ai docenti e al Dirigente eventuali problemi;

*Favorire un clima di collaborazione e rispetto fra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola;

*Rispettare il divieto di fumo in ogni ambiente dell’Istituto.

( I trasgressori sono soggetti alle sanzioni amministrative previste,cioè al pagamento di una somma da 25 a 250 euro ) .

Il Dirigente Scolastico, in coerenza con il profilo delineato nell’art. 25 del D.-Lgs.  n. 165 del 30.3.2001 e nel rispetto delle competenze degli organi collegiali e di quelle attribuite  dall’art. 3 del D.P.R. n. 275/99, s’impegna a:

*Assicurare il funzionamento generale dell’ unità scolastica, nella sua autonomia funzionale, entro il sistema di istruzione e formazione;

*Promuovere e sviluppare l’ autonomia sul piano gestionale e didattico;

*Promuovere l’ esercizio dei diritti costituzionalmente tutelati quali: il diritto  all’ apprendimento degli alunni, la libertà di insegnamento dei docenti e la libertà di scelta educativa da parte della famiglia.

( estratto dal CCNL  dell’ 11.04.2006 – Area V – Dirigenza scolastica  ).

******

Il Patto che precede viene sottoscritto dall’ alunno/a e da uno dei genitori e controfirmato dal Dirigente Scolastico pro-tempore, legale rappresentante dell’ Istituto Comprensivo di Rotonda e conserva la sua validità per tutta la durata degli studi di scuola secondaria di 1° grado.

Una copia del Patto viene consegnata all’ alunno/a che si iscrive per la prima volta alla scuola secondaria di I grado, un’ altra copia viene consegnata al genitore dell’ alunno/a e la terza copia viene acquisita al fascicolo personale dell’ alunno/a.